I migliori Outlet e Spacci d'Italia ed online.

Temporary Outlet. Cosa sono, quanto si risparmia.

Temporary Outlet. Cosa sono, quanto si risparmia.

Sarà sicuramente capitato anche a te di girare per un centro commerciale o per le vie del centro e vedere una nuova insegna con la scritta Temporary Outlet. Scopo di questo breve articolo è quello di descrivere cosa sono i temporary outlet, cosa puoi trovare, quanto puoi risparmiare e molto altro.

 

Definizione Temporary Outlet

E’ abbastanza semplice capire cos’è un temporary outlet analizzando separatamente le due parole che compongono il nome.

  • Innanzitutto è un outlet, quindi un punto vendita nel quale è possibile acquistare a prezzi ribassati rispetto a quello che normalmente si trova nei normali canali di vendita. Per avere una idea più precisa di cosa è un outlet puoi leggerti questo articolo.
  • Ma è un outlet temporary (che tradotto in italiano significa temporaneo). Apre cioè per un breve periodo di tempo e poi chiude nuovamente. Il periodo di apertura ma anche la città nei quali i temporary outlet aprono dipende molto dalla disponibilità di merce.
  • Molto spesso inoltre (ma non sempre) i temporary outlet sono itineranti. Aprono cioè qualche settimana in una città, poi chiudono per riaprire qualche settimana dopo in una città diversa.

Facciamo un esempio per capire meglio. Supponiamo che una di queste aziende riesca ad acquistare una buona partita di abbigliamento invernale sportivo (giacche da sci, piumini ed attrezzatura in genere).  La partita è tale che se venduta in una città potrebbe essere smerciata in una intera stagione invernale. Ma cosa accadrebbe se l’azienda cercasse di vendere la stessa merce in una località turistica invernale in piena stagione sciistica? Probabilmente farebbe il tutto esaurito in qualche settimana… Ecco allora che l’azienda sceglie una bella località, affitta un locale adatto per la vendita, fa un bel po’ di pubblicità attraverso i media locali, trasporta la merce ed inizia a venderla. Crea insomma un temporary outlet. Quando la merce termina (o non si vende più a sufficienza perché il mercato è saturo), il temporary outlet chiude o si trasferisce in un altro luogo.

Capita anche spesso che i temporary outlet siano gestiti direttamente da un negozio tradizionale o da un consorzio di negozi che si organizzano per vendere le rimanenze dei saldi. E’ il caso, ad esempio, dei temporary outlet creati all’interno di un centro commerciale, che vendono le rimanenze dei negozi del centro commerciale stesso.

Cosa si trova nei Temporary Outlet e quali sono gli sconti

Innanzitutto nei temporary outlet si può trovare di tutto. Abbigliamento e calzature, come spesso accade negli outlet, sono i più diffusi ma esistono anche temporary outlet di articoli sportivi, elettrodomestici, accessori ecc. La scelta, intesa come disponibilità di colori e taglie, è solitamente molto nei primi giorni di apertura per poi diminuire a mano a mano che la vendita procede.

Gli sconti applicati sono generalmente estremamente alti (possono anche superare il 90%). Ma possono variare molto perché dipendono dalla concorrenza, dai costi sostenuti dall’azienda e da quanto un prodotto è ricercato nel mercato.

Una moda o un nuovo modo di vendere. Le polemiche.

I temporary outlet sono un fenomeno relativamente giovane in Italia, ma estremamente diffuso in altri paesi (Stati Uniti ed Inghilterra per citarne alcuni). Seguendo quindi quello che è successo e che sta ancora accadendo negli altri paesi, è facile comprendere che i temporary outlet nel futuro riusciranno a crearsi un proprio spazio, magari a discapito dei negozi tradizionali più piccoli.

Proprio per questo motivo va sottolineato che l’apertura di un temporary outlet apre solitamente un mare di polemiche, alimentate soprattutto dai commercianti che possono vedersi erodere notevolmente i ricavi della stagione. Ed in periodo di crisi, con il settore della distribuzione profondamente segnato, può portare anche alla chiusura di diversi negozi.

Tre consigli sui temporary outlet

Per finire ecco tre consigli d’oro che ci sentiamo di darvi per poter sfruttare al meglio i temporary outlet.

  • Se siete a conoscenza della futura apertura di un temporary outlet, informatevi bene su quello che troverete. Tipo di abbigliamento, marche, sconti ecc. Solitamente esiste sempre almeno un sito web dedicato all’evento che può darvi tutte le informazioni.
  • Cercate, se possibile, di fare i vostri acquisti nei primi giorni di apertura, quando la disponibilità e la scelta è più vasta.
  • Non rimanete delusi. Può capitare di recarsi in un temporary outlet pieni di speranza e poi rimanere delusi dai prodotti. Non c’è problema, avete solo mancato un affare. Riprovateci la prossima volta.

Link sponsorizzati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.